FONTE:  www.excursionsetna.it

Taormina è diversa da tutto il resto che troverete in Sicilia. Diverso il modo di pensare, di agire e di interagire, oggi vi raccontiamo della bella signora più elegante e più contesa tra Catania e Messina.

Atterrati all’aeroporto di Catania, o giunti in nave dallo stretto di Messina, troverete ad aspettarvi un’isola piena di forme e colori unici, tipici di un modo di fare e di pensare isolano ma non isolato.
I vostri occhi si soffermeranno sui passanti “ordinari”: la nonna che fa fare una passeggiata ai nipotini, le ragazzine in gruppo che camminano a braccetto, i negozianti con la sigaretta accesa a rilassarsi un attimo di fronte alle loro attività pronti a correre all’arrivo di un nuovo cliente…

FONTE:https://www.siciliafan.it

L’Isola Bella di Taormina è un piccolo angolo di paradiso.

Meta prediletta di chi vuole trascorrere le vacanze in Sicilia, offre uno scenario davvero unico, un incontro tra terra, cielo e mare che è difficile eguagliare. Fu chiamata così dal barone Wilhelm von Gloeden, un aristocratico tedesco che ha vissuto a Taormina tra l’Ottocento e il Novecento.
La commistione tra macchia mediterranea e piante esotiche si deve invece all’antica proprietaria dell’isolotto, Lady Trevelyn: fu lei a impiantare qui alcune piante tropicali di pregio che, mischiandosi con la vegetazione locale, hanno dato origine ha un luogo unico.

FONTE:www.excursionsetna.it

Una delle tappe naturalistiche più amate dagli escursionisti di tutto il mondo, imperdibile per i veri appassionati, ha tanto da dare anche a chi non è propriamente uno sportivo, ma piuttosto una buona forchetta!
Scopriamo insieme le bontà culinarie che si trovano in giro per l’Etna e dintorni.
Se sei un’amante della natura, specie per quel che riguarda i percorsi montani, o in questo caso vulcanici, ti sarai sicuramente imbattuto in una pioggia di informazioni relative al Parco dell’Etna.
Il vulcano attivo più alto d’Europa, infatti, è un’attrazione naturalistica unica nel suo genere, e il parco che lo circonda, con i suoi 59000 ettari, ha il compito primario di proteggere e tutelare proprio questo stupendo paesaggio.